C’È CHI PUÒ! da IL MANIFESTO
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
10164
post-template-default,single,single-post,postid-10164,single-format-standard,stockholm-core-2.3.2,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-9.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

C’È CHI PUÒ! da IL MANIFESTO

Raid israeliano in Siria, uccisi quattro soldati

MEDIO ORIENTE. I caccia bombardieri hanno colpito presunte postazioni iraniane a Latakiya e nella Siria centrale

Michele Giorgio  20/11/2022

Quattro soldati siriani sono stati uccisi ieri mattina da attacchi aerei israeliani in ​​due diverse regioni della Siria. L’agenzia di stampa ufficiale siriana Sana ha comunicato che i cacciabombardieri israeliani hanno sganciato missili contro quattro siti nella Siria centrale e nella zona costiera. Le difese antiaeree hanno contrastato l’attacco scattato dal Mar Mediterraneo e che ha causato anche danni materiali. Oltre ai quattro soldati uccisi, sarebbe rimasto ferito anche un civile. Fonti non ufficiali hanno riferito di esplosioni nella provincia costiera di Latakiya e nelle regioni di Hama e Homs nella Siria centrale. Negli ultimi anni Israele ha effettuato centinaia di raid contro presunte postazioni iraniane e depositi di armi di milizie filo-Teheran in Siria. Aveva effettuato un attacco anche il 13 novembre contro la base aerea di Shayrat, nella Siria centrale, uccidendo due soldati siriani e ferendone tre.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.