“IL GENERALE INVERNO” da CONTROINFORMAZIONE
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
10192
post-template-default,single,single-post,postid-10192,single-format-standard,stockholm-core-2.3.2,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-9.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

“IL GENERALE INVERNO” da CONTROINFORMAZIONE

LA NATO AFFRONTA IL GENERALE WINTER, IL DIO RUSSO DELLA GUERRA

Bruno Bertez  23/11/2022

“ Prevedo che il Grande Freddo si abbatterà su Ucraina, Russia ed Europa il 7 dicembre, tra circa due settimane, e quando ciò accadrà, tutto, assolutamente tutto cambierà. »

Sarà allora che il tempismo e l’approccio apparentemente “lento” di Putin allo SMO (operazione militare russa) si riveleranno come il brillante giocatore che lui è.

La correlazione delle forze unificate all’inizio dell’inverno sarà più forte a dicembre, ed è allora che ogni grande azione russa contro le infrastrutture ucraine sarà amplificata più volte:

• Massiccio esodo di rifugiati verso l’Europa in un momento in cui l’Europa stessa è sotto pressione, portando con sé parte della rete di supporto per l’AFU (un esercito si nutre del suo popolo).
• La disperazione da parte della Polonia e dei paesi baltici li spingerà ad azioni disperate (a loro danno)
 NATO/USA dovranno prendere la decisione critica di rimanere in Ucraina o di andarsene: questo porterà a un sovraccarico cognitivo tra l’élite decisionale della NATO
 Le apparecchiature fornite dall’Occidente che non sono adeguatamente preparate per l’inverno subiranno un aumento dei tassi di guasto.
• La pressione sulla rete elettrica dell’Europa orientale aumenterà con il collasso della rete elettrica dell’Ucraina
• Mercenari e soldati della NATO abituati in climi meno estremi sperimenteranno un crollo morale

La mia previsione: entro la fine di gennaio, la SMO non sarà altro che un’operazione di rastrellamento per ripulire i resti del battaglione Azov – le truppe mascherate della NATO saranno per lo più fuggite dalla scena.L’Ucraina – e per estensione la NATO – sarò finita. Infila la forchetta.
I russi aspetteranno sulla sponda orientale del Dnepr e degraderanno sistematicamente l’economia ucraina e la sua capacità di combattere durante il periodo natalizio. Sono già stati qui.

Alexander Wert, un giornalista britannico della 2a armata sul fronte ucraino nella primavera del 1944, scrisse:

“ Devi vedere il fango ucraino in primavera per crederci. L’intero paese è allagato e le strade sono come fiumi di fango, spesso due piedi profondo, con fori profondi da aggiungere alla difficoltà di guidare qualsiasi tipo di veicolo tranne un carro armato russo T-34. La maggior parte dei carri armati tedeschi non poteva farcela. »

L’Armata Rossa ha fatto quello che nessun esercito ha mai fatto nella storia e ha lanciato un’offensiva attraverso il Dnepr in primavera e nel fango ha schiacciato i resti dell’esercito tedesco.

La punizione dei nazisti di Kiev continuerà durante il loro Natale. Aspetta la primavera.

Nel fango Surovikin supererà ciò che resta di un’Ucraina esausta, economicamente e moralmente fallita.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.