DENTRO BAKHMUT: LA STRANA E INSENSATA TRAPPOLA MORTALE da DAILY TELEGRAPH
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
10435
post-template-default,single,single-post,postid-10435,single-format-standard,stockholm-core-2.3.2,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-9.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

DENTRO BAKHMUT: LA STRANA E INSENSATA TRAPPOLA MORTALE da DAILY TELEGRAPH

Dentro Bakhmut: la strana e insensata trappola mortale che prosciuga l’esercito stanco dell’Ucraina

 

La città ha visto centinaia di morti o feriti ogni giorno in sanguinosi attacchi frontali, ma ha poco significato militare

Justin Yau A BAKHMUT e Ben contadino A KIEV9 dicembre 2022 Sbirciando attraverso un telescopio alla ricerca di movimenti nemici nella terra di nessuno, il soldato ucraino indica un magazzino detenuto dalle forze russe.

Gli avversari sono a soli 300 o 400 metri dalla loro posizione di combattimento, in salita attraverso un paesaggio in frantumi di edifici distrutti e campi aridi.

“Ci lanciano la loro carne”, dice un altro soldato accanto a lui, riferendosi cupamente all’ondata umana di assalti compiuti da mercenari russi e riservisti mal equipaggiati.

Dietro la posizione di combattimento ucraina, che difendono con una mitragliatrice pesante PKM, ci sono i resti in gran parte abbandonati di una città un tempo fiorente di Donetsk il cui nome è diventato sinonimo dei combattimenti più intensi e costosi dell’invasione di Vladimir Putin .

Bakhmut un tempo ospitava 70.000 persone ed era nota sia per l’estrazione del sale che per l’industria dello spumante. Dall’estate, invece, il paese ha visto spesso centinaia di morti o feriti ogni giorno in intensi bombardamenti e sanguinosi attacchi frontali in combattimenti che ricordano la prima guerra mondiale. 

Gran parte dei suoi sobborghi orientali sono stati cancellati dall’artiglieria ei campi sono disseminati di crateri. La distruzione è avvenuta in una città che secondo molti analisti ha poco valore strategico per i russi.

https://cf-particle-html.eip.telegraph.co.uk/caefda31-c135-4885-b637-7e8ca701537d.html?i=0&ref=https%3A%2F%2Fwww-telegraph-co-uk.translate.goog%2Fworld-news%2F2022%2F12%2F09%2Finside-bakhmut-strange-senseless-death-trap-draining-ukraines%2F%3F_x_tr_sl%3Den%26_x_tr_tl%3Dit%26_x_tr_hl%3Dit%26_x_tr_pto%3Dsc&channel=Worldnews&id=caefda31-c135-4885-b637-7e8ca701537d&isapp=false&isregistered=false&issubscribed=false&truncated=false&lt=false Anche se Mosca dovesse prendere Bakhmut, non è chiaro che le forze degradate della Russia sarebbero in grado di capitalizzare il guadagno per fare ulteriori progressi.

Alcuni esperti di conflitti affermano che l’ossessione della Russia per la città non è diventata altro che uno stratagemma per prosciugare le forze armate ucraine delle loro limitate risorse.

“Ci stiamo grattando la testa”, ha detto questa settimana un funzionario occidentale quando gli è stato chiesto dell’attenzione della Russia su Bakhmut. “Non sappiamo la risposta.”Si dice che Mosca sia alla disperata ricerca di una vittoria dopo umilianti rovesci altrove.

I comandanti russi stanno ottenendo guadagni striscianti con l’aiuto di un enorme supporto di artiglieria, anche se hanno perso terreno significativo intorno a Kharkiv e Kherson.

Eppure l’intensità stessa dell’offensiva russa e le ingenti perdite subite dai difensori sotto implacabili sbarramenti l’hanno resa anche un totem per le forze ucraine.”Questo è il centro della nostra indomabilità”, afferma Oleksiy Danilov, segretario del consiglio di sicurezza nazionale dell’Ucraina.

Alcune truppe ucraine descrivono la difesa di Bakhmut come una nuova Mariupol, riferendosi alla battaglia per la città d’acciaio sul Mar d’Azov dove i difensori furono assediati nei primi mesi dell’invasione . Altri si riferiscono semplicemente ad esso come al tritacarne, a causa del terribile bilancio dei combattimenti e dell’apparente disprezzo che i comandanti russi hanno per le loro truppe.

Bakhmut è sotto i bombardamenti da maggio, ma l’assalto si è intensificato ad agosto dopo la caduta delle città circostanti di Popasna, Severodonetsk e Lysychansk.

https://cf-particle-html.eip.telegraph.co.uk/0a13428f-3c89-45d3-b591-e2c327d8eb6b.html?i=1&ref=https%3A%2F%2Fwww-telegraph-co-uk.translate.goog%2Fworld-news%2F2022%2F12%2F09%2Finside-bakhmut-strange-senseless-death-trap-draining-ukraines%2F%3F_x_tr_sl%3Den%26_x_tr_tl%3Dit%26_x_tr_hl%3Dit%26_x_tr_pto%3Dsc&channel=Worldnews&id=0a13428f-3c89-45d3-b591-e2c327d8eb6b&isapp=false&isregistered=false&issubscribed=false&truncated=false&lt=false Metro dopo metro, le forze russe invasori sono arrivate a poche miglia dal centro della città, dopo aver catturato due incroci strategici a est e nord-est.

Negli ultimi giorni, si pensa che anche le forze russe abbiano preso un terreno limitato a sud della città, mentre cercano di accerchiare la città e strangolare i difensori.

Si pensa che Yevgeny Prigozhin, un alleato chiave di Putin e fondatore della compagnia militare privata russa Wagner Group, abbia promesso al leader russo che può prendere la città, mentre si fa concorrenza per la posizione con altri favoriti del regime. Anche Ramzan Kadyrov, il leader ceceno, ha inviato forze per unirsi all’assalto.

Danilov ha dichiarato: “Penso che qualcuno dalla parte russa si sia impegnato a prendere Bakhmut come regalo per Putin.

“Tenendo conto che esiste un gruppo di Kadyrov e Prigozhin, è probabile che uno di loro se ne sia preso la responsabilità. Usano tutte le armi che hanno lì, portano lì truppe da ogni parte”.

“È una città che la Russia vuole essere vista catturare”

Ben Barry, dell’Istituto internazionale per gli studi strategici, ha affermato che Bakhmut non aveva un significato militare maggiore di altre città di dimensioni simili lungo centinaia di miglia di prima linea.

“Ma ha un significato politico in quanto città che la leadership russa vuole essere vista catturare. Può anche darsi che qualsiasi ruolo di Wagner nel catturarlo amplificherebbe la posizione politica del suo proprietario.Un gatto corre davanti alle case distrutte dai bombardamenti russi a Bakhmut, nella regione di Donetsk CREDITO : AP

Lo stesso Prigozhin ha detto che sta usando l’offensiva per logorare le forze ucraine, piuttosto che catturare la città, anche se potrebbe anche cercare di gestire le aspettative di vittoria.

Tuttavia, alcuni analisti ritengono che la concentrazione delle forze di Putin a Bakhmut abbia consentito all’Ucraina di guadagnare terreno altrove. 

“L’attuale ossessione di Putin per le continue operazioni offensive intorno a Bakhmut e altrove sta contribuendo alla capacità dell’Ucraina di mantenere l’iniziativa militare in altre parti del teatro”, ha detto questa settimana l’Istituto per lo studio della guerra, un think tank di Washington.Qualunque siano i calcoli della Russia, la battaglia sta risucchiando truppe e materiale da entrambe le parti, mentre gli alleati internazionali dell’Ucraina fanno a gara per mantenerla rifornita di armi per resistere all’assalto.

I comandanti ucraini affermano che le perdite russe nell’area sono state da 100 a 300 in alcuni giorni. Le stesse forze ucraine stanno pagando un prezzo elevato per tenere la città, tuttavia, di fronte a un’artiglieria a volte travolgente.

“Per ogni pezzo di artiglieria che abbiamo, ne hanno nove”, ha detto un soldato.

I filmati dall’interno degli ospedali da campo ucraini mostrano i chirurghi che cercano di stabilizzare un flusso costante di soldati gravemente feriti.

Anton Gerashchenko, consigliere del ministero degli interni, la scorsa settimana ha affermato che i medici di Bakhmut stanno compiendo miracoli, ma “affrontano un’incredibile quantità di sofferenza ogni giorno, ogni ora mentre lavorano instancabilmente”.Incredibilmente, alcuni vivono ancora in città, anche se si stima che il 90% della popolazione prebellica se ne sia andata. Quelli che rimangono sono i poveri e gli anziani senza un posto dove andare, e quelli troppo testardi per andarsene.

Le strade in gran parte vuote sono disseminate di macerie del quotidiano bombardamento russo e gli abitanti rimasti non hanno più riscaldamento, elettricità, collegamenti telefonici o acqua corrente.Alcuni non si preoccupano più dell’esito della guerra, vogliono semplicemente che finisca.

“Chi ha bisogno di questa guerra?” dice Tatiana, 46 anni, con le lacrime agli occhi. Il marito ferito Anatoli, 54 anni, la guarda impotente dal suo letto d’ospedale. “Per quale motivo stanno ancora combattendo?”

La coppia ha perso la casa quando i proiettili di artiglieria hanno colpito la loro casa nel sud-est di Bakhmut un mese fa. Anatoli ha subito ferite da schegge allo stomaco, alle gambe e alle braccia.Due negozi di alimentari nel centro della città sono ancora aperti, ma la maggior parte dei residenti di Bakhmut fa affidamento sugli aiuti umanitari del pugno di volontari civili che sfidano l’artiglieria nemica per fornire un’ancora di salvezza a coloro che sono ancora rimasti.

Oleg, 47 anni, un prete della chiesa ortodossa locale, fa pericolose corse settimanali in città con il suo furgone giallo per consegnare pane, zuppa in polvere, paracetamolo e acqua.

“Vuoi anche una Bibbia?” urla ai destinatari sopra il rombo sordo del fuoco in entrata e in uscita, prima di allontanarsi in fretta. È troppo pericoloso rimanere a lungo in un posto.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.