COLLASSA IL MERCATO IMMOBILIARE AMERICANO! da ICEBERGFINANZA
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
9186
post-template-default,single,single-post,postid-9186,single-format-standard,stockholm-core-2.3.2,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-9.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

COLLASSA IL MERCATO IMMOBILIARE AMERICANO! da ICEBERGFINANZA

Collassa il mercato immobiliare americano!

24 Agosto 2022 

Ieri la giornata è iniziata con il settore dei servizi australiano caduto sotto la linea della recessione, seguito a rotta da quello dell’economia giapponese.

Pensate che nonostante tutto quello che sta accadendo, in Giappone oggi l’inflazione langue ancora intorno alla miserabile quota di 1,8%, una lezione che nessuno sa apprendere, perchè nessuno o quasi ha mai studiato quello che è successo in Giappone negli ultimi 30 anni.

Qualche anno fa provarono disperatamente ad aumentare al 20% l’iva sui consumi, l’inflazione si portò al 4%, i consumi crollarono come sta per accadere in America e l’anno dopo il Giappone era di nuovo in deflazione!

Ma ovviamente la storia non interessa a nessuno, hanno tutti fretta, tutto subito, oggi!

La bella giornata è proseguita con l’indice manifatturiero francese, del terziario e composito tutti in caduta libera, quello tedesco, addirittura a 47,6%, giù sotto la linea di 50 anche quelli europei.

In caduta libera anche l’indice dei direttori degli acquisti inglese nel settore manifatturiero, arrivato a 46, il resto è come guardare nello specchietto retrovisore.

Segnali inequivocabili o meglio conferme anche dall’America, dati che hannpo fatto riprendere fiato all’euro ieri che era precipitato ai nuovi minimi annuali, a 0,99, un rimbalzo che lo ha riportato vicino alla parità.

Oggi siamo di nuovo nei pressi di 0,9940, l’euro hai giorni contati graficamente!

Il bello è che mentre l’Ucraina proclama al mondo che si riprenderà la Crimea, a partire dalla Turchia, i papagalli europei e la Nato confermano, la Crimea tornerà ad essere territorio ucraino.

https://platform.twitter.com/embed/Tweet.html?dnt=true&embedId=twitter-widget-

Ora nessuno discute quello che è successo, ma se qualcuno ha davvero l’illusione di abbattere l’orso russo, prepariamoci alla terza guerra mondiale, perchè è questo che i burocrati europei e gli affaristi dell’amministrazione Biden vogliono.

Una pietra pietosa sulla nostra politica! Ieri sentivo parlare di tetto sul gas, nei salotti estivi dove vanno i nostri politici, che ogni giorno parlano di tutto fuori che di quello che gli italiani hanno veramente bisogno, uno squallido teatrino.

Ogni giorno una polemica sul nulla, ma si sa, la politica sapeva davvero cosa era lo spread!

Ecco perchè tutti parlano di preparsi ad un lungo inverno, alla guerra, ai razionamenti, più armi, più sanzioni, IDIOTI!

Anche un idiota capirebbe che le sanzioni stanno rafforando il conto economico della Russia, ma niente, dovete scegliere tra la pace e il termosifone come se la verità fosse sempre da una sola parte.

Tornando a noi, ieri BOTTA TERRIFICANTE per il PMI dei servizi USA che si è ulteriormente indebolito, da 47,3 a 44,1.

Per carità è solo un indicatore “privato” per fortuna ci sono quelli istituzionali che possono essere “aggiustati” e vedrete che lo faranno, ISM in testa.

Ci sono segnali ovunque, ma si sa, nessuna recessione, bisogna essere ottimisti!

Infine due parole sulle vendite di nuove abitazioni! Meno 12.6% da un mese all’altro, siamo sotto di quasi il 30% rispetto allo scorso anno, ma di cosa volete parlare. Questo è un motore della crescita americana, scommettiamo tutto quello che volete contro una moneta bucata che anche il terzo trimestre sarà negativo in America.

Guardatevelo bene questo grafico, tenetelo bene a mente e iniziate a cercare in rete le FORECLOSURE, il prossimo step di questa autentica tempesta perfetta!

Il mercato immobiliare, le vendite di NUOVE ABITAZIONI sono crollate, collassate, chiamatelo come volete di oltre il TRENTOTTO PERCENTO!

Non so se questo era lo scopo della Fed per fermare l’inflazione, non ci voleva poi molto a fare due conti con i tassi esplosi dal 2.5% dello scorso anno a oltre il 6%, ma come sempre c’era chi criticava il nostro lavoro, troppo pessimisti quelli di Icebergfinanza!

Bene nelle prossime ore anche il GDP NOW dell Fed di Atlanta subirà un crollo nelle aspettative di crescita per il terzo trimestre!

Quasi 900 punti persi in 4 giorni per il principale indice tedesco, l’euro ormai diretto verso traguardi impensabili, ma come sempre non tutto avviene seconda logica, la cinematica ci dice che un rimbalzo è dietro l’angolo, forse l’ultima occasione per sistemare gli scheletri nei portafogli.

Nel prossimo manoscritto esploreremo cosa ci attende in questo autunno infuocato!

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.