Officina dei saperi | Materiali
Saperi. In assenza di un grande collettore politico prevalgono le specializzazioni, manca il dialogo tra i saperi e la frammentazione blocca le potenzialità del pensiero critico. Una parziale cartografia degli studiosi italiani di varie discipline
Cultura, Saperi, Università, Dialogo
122
archive,category,category-materiali,category-122,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

La reale entità dei flussi migratori

di Ignazio MASULLI  Dalla Brexit all’elezione di Trump, dall’ondata nazionalista e xenofoba montante in un numero crescente di paesi dell’Unione europea fino al lacerante dibattito attuale al suo interno, il punto di leva è una spregiudicata strumentalizzazione del fenomeno migratorio. Anziché curare le vere cause della perdurante...

La città come opera d’arte collettiva. Spazio e politica secondo Henri Lefebvre

di Peppe ALLEGRI, da "OperaViva", 11 giugno 2018 Pubblichiamo un commento alla nuova traduzione del libro di Henri Lefebvre Spazio e politica. Il diritto alla città II (Ombre Corte, 2018), introdotta e curata da Francesco Biagi, di cui abbiamo già segnalato la presentazione a Roma. Siamo nella rigogliosa diffusione temporale...

Biodiversità è salute. Giornata internazionale della biodiversità

di Vandana SHIVA, da "La Città invisibile", 22 maggio 2018 Il 22 maggio è la giornata internazionale della biodiversità. Pubblichiamo questo testo* inviatoci da Vandana Shiva, sulle connessioni tra biodiversità in agricoltura e salute umana.  La biodiversità è salute: la biodiversità nei terreni agricoli e nella nostra...

Viviamo nel migliore dei mondi possibili. Parola di premio Pulitzer

di Enzo SCANDURRA, da "il manifesto", 23 gennaio 2018 Qualche giorno fa, l’8 gennaio, è stato pubblicato un curioso articolo sul quotidiano la Repubblica, passato inosservato, dal singolare titolo: “Il 2017 è stato l’anno migliore”, in assoluto della lunga storia dell’umanità. L’autore è Nicholas Kristof, editorialista...

Dov’è andata Milano, dove andrà? Il ruolo del comune: “fare città” o “disfare città”

di Giancarlo CONSONNI, da "arcipelagoMilano", 9 gennaio 2018 «L’afflusso di capitali nella trasformazione fisica della città è sempre e comunque positivo, un segno della vitalità di Milano»: c’è questo assunto alla base delle scelte urbanistiche delle amministrazioni che si sono succedute a palazzo Marino dal dopoguerra...

Sinistra radicale, non vuol dire estremista ma anticapitalista

di Piero BEVILACQUA, da "il manifesto", 23 dicembre 2017 Sorprendentemente, nel suo emozionato discorso di circostanza, al momento dell’investitura a leader di Liberi e Uguali, Pietro Grasso ha tessuto l’elogio del termine radicale. È dunque una buona occasione per tornare a riflettere su questo aggettivo. L’utilità immediata nasce...

Critica ecologica allo sviluppo: è tempo di sprigionarne creativamente l’antagonismo anticapitalistico

di Piero BEVILACQUA – 22 settembre 2017 Care amiche e cari amici, come forse qualcuno di voi ricorderà una delle finalità dell’Officina è di promuovere, quando possibile, delle discussioni multidisciplinari su alcuni temi di riconosciuto rilievo. Uno di questi è senza dubbio quello dell’egemonia, vale a dire del...

Ambiente, l’emergenza c’è ma non nelle agende dei governi

di Alberto ZIPARO, da "il manifesto", 8 luglio 2017 Le «ondate di calore» – le successive «bombe d’acqua», ovvero le precipitazioni iperconcentrate che interrompono bruscamente le fasi di alta temperatura e siccità, disastrando però ulteriormente i già stressantissimi ecosistemi territoriali – sarebbero poco rilevanti se fossero...

Privilegiare la spesa pubblica o il credito ai consumi? Riflessioni sulla moneta fiscale

di Lia FUBINI La mia perplessità sul saggio sulla Moneta Fiscale [di Biagio Bossone, Marco Cattaneo, Massimo Costa, Stefano Sylos Labini, pubblicato su "MicroMega Online" il 17 giugno 2017, e riprodotto sul nostro sito, NdR] nasce da alcune considerazioni di ordine generale e da alcune osservazioni sulla misura...

La cultura della mercificazione universale

Trasmetto di seguito l' articolo di Tomaso Montanari. Quello che avviene nei musei, ora nel giardino di Boboli, è una faccia di quanto avviene nell'insieme delle città  storiche, depredate, cannibalizzate dal sistema delle compagnie d'investimento immobiliare. Contro questo c'è un'unica ribellione da sviluppare. Roberto Budini Gattai *** Firenze prostituita, di Tomaso MONTANARI, dal blog...

Gli immigrati e la doppia verità dell’Unione europea

di Ignazio MASULLI Da tempo è palese la doppiezza politica dell’Unione europea sull’immigrazione. Da un lato, è la stessa Commissione a scrivere nei suoi documenti che a causa dell’invecchiamento della popolazione si sta determinando uno squilibrio sempre più insostenibile tra le persone in età lavorativa e...

Il lavoro femminile e i corpi di tutti diventati il nuovo capitale fisso

di Paolo FAVILLI, da "il manifesto", 16 marzo 2017 L’articolo che Piero Bevilacqua ha pubblicato recentemente su questo giornale in occasione dell’8 marzo, è un testo esemplare dei metodi e dei contenuti che dovrebbero caratterizzare la sostanza analitica e politica del «nostro campo». Bevilacqua mette al centro...

L’età dell’oro sta davanti a noi. Diario 340

di Francesco INDOVINA, 24 febbraio 2017 Non sopporto, ma questo è il meno, e ritengo sbagliati (culturalmente e soprattutto politicamente) ogni atteggiamento contro il progresso. Rifugiarsi nella “bellezza” della piccola comunità, esaltare come elemento di progresso il ritorno all’artigiano, immaginare che l’identità di luogo possa risolversi in...

Quel mondo classico che svela l’inganno nascosto nelle parole

di Ivano DIONIGI – da "la Repubblica", 23 gennaio 2017 Novum per i classici era sempre qualcosa di dirompente e traumatico: “nova” la terra che gli Argonauti cercavano con la loro spedizione sacrilega; “novus” l’uomo che per primo nella propria famiglia ricopriva una magistratura; “nova” la religione cristiana che...

Consumare di più?

di Giorgio NEBBIA – I mutamenti climatici, gli inquinamenti, la congestione urbana, l’erosione del suolo non sono punizioni divine, ma le dirette conseguenze delle operazioni, squisitamente umane, della produzione e dell’uso delle merci, dei beni materiali ottenuti per trasformazione delle risorse della natura. Eppure sembra che...